Roma, feste di compleanno tra studenti nei bed&breakfast per aggirare le regole anti Covid

53

Due feste tra studenti in altrettanti bed&breakfast nel cuore di Roma. In totale sono stati identificati e multati dieci ragazzi.

Dovranno pagare in totale 4mila euro di multe per non aver rispettato le regole anti Covid stabilite dal governo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagna Roma Prati.

Due feste tra studenti in altrettanti bed&breakfast nel cuore di Roma. In totale sono stati identificati e multati dieci ragazzi. Dovranno pagare in totale 4mila euro di multe per non aver rispettato le regole anti Covid stabilite dal governo. I carabinieri della stazione Prati hanno interrotto una festa a cui partecipavano cinque ragazzi, tutti studenti di età compresa tra i 17 e i 20 anni. Erano tutti senza mascherina e non rispettavano il distanziamento interpersonale. La stessa scena si è ripetuta poco più tardi quando i carabinieri del nucleo operativo della compagnia San Pietro sono intervenuti presso un’attività ricettiva di via Catone, dove era stata segnalata una festa privata con musica ad alto volume. All’interno i militari hanno trovati altri cinque ragazzi, tutti studenti, che stavano festeggiando un compleanno. Sono stati multati anche loro. Ricordiamo che le regole della zona arancione prevedono la possibilità di ospitare al massimo due persone in casa oltre alle persone che già ci abitano.

Sono sempre di più gli episodi simili riscontrati a Roma. Per esempio due giorni fa quindici ragazzi sono stati trovati all’interno di un mini appartamento mentre festeggiavano un compleanno. Tutti e quindici sono stati identificati e multati per per violazione della distanza di sicurezza interpersonale, per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e per la violazione del divieto di assembramento. I carabinieri della stazione di Roma Tor Vergata hanno sorpreso il gruppetto di studenti a festeggiare un compleanno all’interno di un appartamento minuscolo senza rispettare le norme anti Covid. Così in un comunicato il Comando Provinciale Carabinieri Roma.

(Enrico Tata – FanPage)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui