Aprono le Ville Tuscolane: dal 15 maggio ripartono gli itinerari d’arte

80

Riparte dal 15 maggio il programma di itinerari d’arte promosso dall’Irvit, l’Istituto regionale per le Ville Tuscolane. I visitatori, accompagnati da un bus speciale, potranno visitare le dimore del Tuscolo e i sontuosi parchi che li circondano, solitamente inaccessibili, fino al mese di novembre.

Riparte dal 15 maggio il programma di itinerari d’arte promosso dall’Irvit, l’Istituto regionale per le Ville Tuscolane. I visitatori, accompagnati da un bus speciale, potranno visitare le dimore del Tuscolo e i sontuosi parchi che li circondano, solitamente inaccessibili, fino al mese di novembre. Inoltre, grazie ad un team di guide specializzate, si potrà ripercorrere la storia delle dieci Ville rinascimentali costruite dalla nobiltà papalina tra il Cinquecento e il Seicento. Gli eleganti edifici sorgono dove anticamente fu fondata la città di Tusculum, luogo prediletto per l’otium dai patrizi romani. Inoltre, a cavallo tra Settecento e Ottocento, le ville furono meta del celebre “Gran Tour”, il viaggio di formazione dei ricchi dell’aristocrazia europea. L’obiettivo, si legge nel comunicato diffuso dall’ente, è “sostenere la conoscenza del territorio laziale in tutte le sue forme, a partire dal patrimonio storico-artistico delle Ville Tuscolane”. Il viaggio nella storia non termina qui. In occasione del settimo centenario dalla morte di Dante Alighieri, Irvit presenta una serie di iniziative. Uno di questi si intitola “Dante e l’amore” e prevede un ciclo di appuntamenti dove diversi attori e poeti leggeranno e interpreteranno le opere principali di Dante, come “Vita Nova”. E ancora due incontri con i protagonisti del dibattito dantesco contemporaneo, Alessandro Barbero e Giulio Ferroni.

Il programma degli eventi

Dal 15 maggio al 24 ottobre: le visite guidate “Di villa in villa” (oltre 120 visite nel weekend)

Dal 2 ottobre al 20 novembre:  “Conversazioni Tuscolane”, una serie di 8 conferenze itineranti sulle e nelle ville tuscolane a cura di Piero Giusberti

Il 29 maggio: giornata di studio a Villa Mondragone, attuale sede istituzionale di Irvit, dedicata all’eredità delle ville dell’antico Tuscolo. Sempre a Villa Mondragone è prevista l’inaugurazione della mostra retrospettiva su Toti Sciaoloja

Dal 20 giugno al 10 giugno e dal 4 settembre al 10 ottobre: il Festival delle Ville Tuscolane con grandi nomi della musica, del teatro e della danza.

Il ricco programma comprende altri incontri, progetti con le scuole e manifestazioni consultabili sul sito web di Irvit. Tutti gli eventi sono suscettibile di variazioni in base all’andamento della pandemia e alle prossime indicazioni da parte del Governo.

(Paola Palazzo – FanPage)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui