Draghi stoppa la destra: “Le critica a Speranza né fondate e né giustificate”

70

Il premier lancia un messaggio alla Lega che ha lanciato una campagna di discredito contro il ministro della Salute prima della mozione di sfiducia di Fdi

Il ministro della Salute Roberto Speranza è da giorni sotto tiro della Lega.
Salvini e i suoi muovono contro di lui molte accuse, dalle sue chiusure “ideologiche” all’ inchiesta del tribunale di Bergamo sul piano pandemico non aggiornato, per la quale il partito ha chiesto una Commissione parlamentare d’inchiesta.
Ieri Fdi ha tentato di far cadere nel tranello proprio gli alleati leghisti proponendo una mozione di sfiducia, servono infatti almeno una novantina di adesioni tra i due rami del Parlamento per essere presentata.
Forza Italia si è già sfilata ed ha bocciato la proposta, mentre la Lega ha detto che leggerà il testo della mozione e ci rifletterà, agitando non poco le acque nella maggioranza.

Ieri sera però sono arrivate le parole di Draghi, il quale ha voluto chiudere il caso Speranza rivolgendosi soprattutto alla Lega.
Le stesse parole che oggi ha ripetuto in conferenza stampa: “Le critiche al ministro Speranza non sono nè fondate nè giustificate, dovevano trovare pace fin dall’inizio, lo stimo e l’ho voluto io nel governo”, ha affermato il presidente del Consiglio.

“Ringrazio” il ministro della Salute Roberto Speranza “per il lavoro che precede e permette questa decisione” sulle riaperture.

(Globalist)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui