Fratoianni: “Un’altra aggressione omofoba ma per Salvini e Meloni la legge non è una priorità”

233

Il segretario di Sinistra Italiana: “Da mesi Lega e FdI fanno ostruzionismo per impedire che la proposta di legge Zan venga discussa e approvata anche in Senato”

Dopo il pesante ostruzionismo fatto dalla Lega e da Fratelli d’Italia per impedire la discussione della legge Zan al Senato, Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, ha espresso la sua opinione parlando di casi di violenza su persone omosessuali degli ultimi giorni evidenziando quanto questa categoria necessiti effettivamente di sostegni e difese concrete.

“Anche in questi giorni ragazze e ragazzi insultati, minacciati o aggrediti per il loro amore: la giovane di Castelfiorentino cacciata di casa e un ragazzo aggredito a suon di pugni a Torino. Questo è ciò che quotidianamente vivono sulla propria pelle tante, troppe, persone, la cui unica “colpa” è amare. Persone che lo Stato ha il dovere di aiutare, sostenere e difendere.”

“Da mesi Lega e FdI fanno ostruzionismo – ha proseguito il leader di Si –  per impedire che la proposta di legge Zan venga discussa e approvata anche in Senato.  Oltre a punire l’omobitransfobia, la legge prevede il finanziamento dei centri antiviolenza, per fornire assistenza alle vittime di reati di odio, violenza e discriminazione.

“Secondo Meloni e Salvini non è una priorità. Lo dicano a questi due ragazzi, se ne hanno il coraggio. Serve in Italia – ha concluso Fratoianni – una legge di civiltà e dignità per tutte e tutti noi. Va approvata subito.”

(Globalist)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui