Minniti: “C’è tanta ipocrisia sui ringraziamenti di Draghi alla Libia”

56

L’ex ministro dell’interno: “Qualcuno dimentica che il Memorandum firmato da Gentiloni-al Serraj è ancora operativo”

 

Marco Minniti, ex Ministro dell’Interno e ora Presidente della Fondazione Med-Or, ha parlato della situazione riguardo i salvataggi dei migranti in Libia: “C’è un dato che fa venir meno una certa ipocrisia circa le polemiche sui ringraziamenti alla Libia per i salvataggi dei migranti: il Memorandum of understanding firmato dall’allora presidente del Consiglio italiano Gentiloni e da al-Serraj, tanto discusso, è tuttavia ancora operativo.
E questo nonostante i cambiamenti, anche epocali, che sono avvenuti in Libia. Penso che l’Italia debba avere il ruolo di apripista in Libia, per un impegno più organico dell’Europa intera, ponendo fine alle divisioni più o meno esplicite che l’Ue ha avuto in questi anni nel Paese. Soprattutto per la sfida che la presenza russo-turca lancia all’intera Europa.
Se il nuovo primo ministro libico Dbeibeh dovesse fallire – cosa che è altamente probabile – la Libia sarà spartita in due zone di influenza, una russa e una turca.
L’Europa non può permetterlo, perché sarebbe uno scacco drammatico per l’Italia e per l’intera Ue”.

Ha infine concluso: “Sulle Ong e le intercettazioni ai giornalisti nessuno sapeva delle indagini in corso.
Lo abbiamo saputo adesso. Sarebbe stato gravissimo se lo avessimo saputo, perché sarebbe stato violato il segreto istruttorio”.

(Globalist)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui