Covid, infermieri no-vax contagiano gli anziani nella casa di cura a Fiano: due morti

58

La Procura ha aperto un fascicolo, per ora è senza ipotesi di reato ma potrebbe diventare per omicidio colposo

Non si sono voluti vaccinare, così due infermieri hanno contagiato due anziani all’ospizio di Fiano, a 20 chilometri da Roma .

Avevano 87 e 95 anni e non ce l’hanno fatta. Come riporta Il Messaggero la Procura ha aperto un fascicolo, per ora è senza ipotesi di reato ma potrebbe diventare a breve per omicidio colposo.

L’Asl 4 ha già avviato un’indagine epidemiologica. Gli infermieri avrebbero potuto fare il vaccino Pfizer due mesi fa ma non hanno voluto. Quando un’operatrice che aveva rifiutato l’antidoto ha scoperto di essere positiva aveva già contagiato due colleghi. Anche loro non avevano accettato il vaccino. Il virus si è propagato velocissimo: su 36 ospiti, 27 sono stati infettati.
La signora di 87 anni è morta in ambulanza, ha spiegato il titolare della struttura, Roberto Agresti. Prima del contagio stava bene, l’uomo di 95 anni era in fin di vita. Agresti aveva provato a convincere gli infermieri a vaccinarsi ma non è stato ascoltato. Ora la Procura di Rieti dovrà accertare le responsabilità degli operatori no-vax che rischiano il posto.

(La Repubblica)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui