Coronavirus nel mondo: il Brasile verso i 13 milioni di casi, Mumbai in lockdown

66

Restrizioni in arrivo per la ricca città indiana. In Perù positivo uno dei candidati alle elezioni presidenziali

Il Brasile a un passo dai 13 milioni di contagi

Altri 1.240 morti per Covid-19 in Brasile, lo rende noto il ministero della salute. Il bilancio totale delle vittime da inizio pandemia sale così a 331.433. I nuovi casi sono 31.359 per un bilancio che sfiora i 13 milioni di casi accertati: 12.984.956.

India, lo stato di Mumbai adotta lockdown e coprifuoco

Il ricco stato indiano del Maharashtra, lo stato di Mumbai, che contra quasi 114 milioni di abitanti, corre ai ripari contro il Covid dilagante e da oggi adotta il lockdown stretto per i fine settimana e il coprifuoco notturno. Da domani sera e almeno fino alla fine di aprile, saranno proibiti gli assembramenti di più di quattro persone e saranno chiusi locali ed esercizi pubblici, inclusi uffici privati, ristoranti, cinema e teatri, bar, piscine e palestre e luoghi di culto. Nei weekend resteranno chiusi tutti gli esercizi non essenziali. L’India sta conoscendo un’impennata violenta di contagi, con 93.249 nelle sole ultime 24 ore, quasi la metà delle quali proprio nel Maharashtra, che fanno del popoloso gigante asiatico il terzo Paese più colpito al mondo dopo Stati Uniti e Brasile, con 12,5 milioni di casi da inizio pandemia e 164.000 morti. Mumbai, megalopoli di 20 milioni di persone, capitale economica dell’India, sede dell’industria cinematografica di Bollywood e capoluogo del Maharashtra, ha avuto 11.163 casi nelle ultime 24 ore.

GRAFICI

A Flourish data visualization

Perù, candidati alle presidenziali positivo al Covid-19

Ad una settimana dalle elezioni presidenziali in Perù di domenica 11 aprile regna l’incertezza sul possibile risultato, mentre ciò che appare certo è che la massima carica dello stato sarà assegnata in un ballottaggio previsto per il 6 giugno. E’ quanto emerge dall’ultimo sondaggio di opinione realizzato dall’Istituto Ipsos per conto del quotidiano El Comercio di Lima. in base al quale il candidato che riscuote i maggiori consensi è il moderato Yonhy Lescano di Acción Popular (10%), con una flessione di cinque punti rispetto al passato. Lo studio mostra che altri quattro candidati possono aspirare alla vittoria al primo turno e all’ingresso nel ballottaggio di giugno: Verónika Mendoza della coalizione di sinistra Juntos por el Perú (9%), il centrista Hernando de Soto, di Avanza País (9%), Keiko Fujimori, del partito di destra Fuerza Popular (8%) e George Forsyth, del partito di centro-destra Victoria Nacional (8%). L’ex calciatore Forsyth è risultato positivo al Covid-19 domenica. Il Paese sta affrontando la sua seconda ondata e finora ha registrato oltre 1,5 milioni di contagi e più di 52 mila morti. Sabato è stato toccato il nuovo picco di 294 vittime in 24 ore, ma le autorità hanno escluso uno slittamento delle elezioni.

(La Repubblica)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui