Due bambini salvano un procione che era stato seppellito vivo

72

Dray McMillon e i suoi due figli, Daiton di 14 anni e Rylen di 12 anni, erano appena tornati nella loro casa in Texas.

Essendoci ancora alcune ore di luce i due bambini avevano deciso di esplorare un boschetto dietro casa prima di rientrare per la cena.

E proprio mentre passeggiavano hanno notato qualcosa di incredibile: c’era un procione in difficoltà.

All’interno di un buco scavato nella terra hanno visto un procione a cui rimanevano fuori soltanto la testa e le zampe anteriori. L’animale era in estrema difficoltà e non riusciva a muoversi per liberarsi da solo. I bambini allora hanno subito chiamato la loro mamma.

«Il procione rischiava di rimanere seppellito vivo», ha detto la donna appena l’ha visto. Non si sa da quanto tempo l’animale fosse lì, e chi l’avesse ridotto in quelle condizioni, ma probabilmente è stato salvato appena in tempo. «Quando sono arrivata il procione faceva fatica a respirare ed era terrorizzato – dice la mamma dei due bambini – è stato terribile vedere un animale in queste condizioni».

La famiglia non senza difficoltà è poi riuscita a tirarlo fuori, e con il calare della notte hanno deciso di contattare il Wild West Wildlife Rehabilitation Center, che ha mandato dei volontari ad assisterli. Con l’aiuto di tutti adesso  il procione sta bene e tornerà in natura, e i due fratelli non dimenticheranno mai quest’esperienza che hanno vissuto insieme.

«Il procione rischiava di rimanere seppellito vivo», ha detto la donna appena l’ha visto. Non si sa da quanto tempo l’animale fosse lì, e chi l’avesse ridotto in quelle condizioni, ma probabilmente è stato salvato appena in tempo. «Quando sono arrivata il procione faceva fatica a respirare ed era terrorizzato – dice la mamma dei due bambini – è stato terribile vedere un animale in queste condizioni».

La famiglia non senza difficoltà è poi riuscita a tirarlo fuori, e con il calare della notte hanno deciso di contattare il Wild West Wildlife Rehabilitation Center, che ha mandato dei volontari ad assisterli. Con l’aiuto di tutti adesso  il procione sta bene e tornerà in natura, e i due fratelli non dimenticheranno mai quest’esperienza che hanno vissuto insieme.

(LaZampa.it)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui