Valerio De Cesaris è il nuovo rettore dell’Università per Stranieri

59

Il professor Valerio De Cesaris è stato eletto rettore dell’Università per Stranieri col 70% dei voti.

Il docente di Storia contemporanea nel dicembre scorso è stato nominato direttore dell’unico Dipartimento di Palazzo Gallenga e, fin da allora, il suo nome è circolato con insistenza come successore di Giuliana Grego Bolli, travolta insieme ad altri da quello che è passato alla cronaca come «Caso Suarez».

Classe 1974, allievo di Andrea Riccardi (il fondatore della Comunità di Sant’Egidio), De Cesaris si è laureato all’Università di Roma Tre in Lettere, con lode, nel 1999, e ha poi svolto il dottorato di ricerca in Studi storici alla Cattolica di Milano.
Il docente è inoltre membro del direttivo della Sissco, la Società italiana per lo studio della storia contemporanea, e socio ordinario dell’Istituto Luigi Sturzo di Roma.

Alla Stranieri De Cesaris insegna ormai dal 2006 e a Palazzo Gallenga ha ricoperto diversi incarichi, anche gestionali: delegato alla ricerca dell’allora rettrice Stefania Giannini, membro del Senato accademico, componente e poi responsabile del Presidio della qualità, presidente con Grego Bolli del gruppo di lavoro per la revisione dell’offerta formativa, delegato alla Comunicazione e presidente del corso di laurea triennale in Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale.
De Cesaris fa inoltre parte del comitato scientifico della Perugia stranieri university press e dirige la collana «Storia e globalizzazione».

Nel suo primo discorso da rettore tenuto nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga Valerio De Cesaris ha ringraziato i colleghi che lo hanno votato e ha palesato quello che sarà il suo programma, vale a dire “puntare sulle professionalità” e “puntare immediatamente a riqualificare come merita l’immagine che l’Università per Stranieri di Perugia si è conquistata nel mondo”.

(QuotidianodellUmbria)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui