Sinistra Italiana-circolo del lago: ricostruiamo una sinistra aperta e plurale

272


Riceviamo e pubblichiamo:

comunicato di Sinistra Italiana – Circolo del Lago

 

Occorre costruire una nuova Sinistra: quella che serve all’Italia e manca in Europa.

In un mondo messo a repentaglio dal disastro ambientale, in un’Europa stretta tra la morsa della finanza e il filo spinato, in un paese sempre più diseguale, nelle nostre città c’è bisogno di cambiare davvero.

Lo possiamo fare se sapremo tornare a discutere, a riscoprire il bello del confronto, la condivisione di ideali e di obiettivi, fuori dalle stanze del potere e dei partiti.

Per questo siamo qui, qui per costruire, tutti insieme, una nuova sinistra.

La formazione del Governo Draghi, ha terremotato l’area che era al governo prima del suo avvento.

SI ha deciso di non supportare il nuovo Governo, ma valutare ed appoggiare di volta in volta le singole proposte politiche. Questo ha comportato una riflessione sulla sua collocazione e sulla collocazione di tutte le forze di sinistra che, per non risultare marginali ed ininfluenti, devono essere capaci di proporre un cambio di rotta.

Pensiamo che occorra un cambiamento radicale e non un adattamento o un cambiamento esteriore perchè la crisi che stiamo vivendo è una crisi sociale e culturale prima di essere sanitaria ed economica. Con la pandemia abbiamo riscoperto le nostre fragilità e che non siamo onnipotenti ed immortali, ma anche che i diritti fondamentali non debbono essere al servizio dell’economia. La condivisione e la corresponsabilità di tutti coloro che vogliono essere parte di uno stesso organismo ci devono permettere di immaginare e costruire un nuovo mondo possibile.

Occorre stimolare un percorso che porti al confronto e costruire con tutte le forze esistenti sul territorio (partiti, movimenti, associazioni) una massa critica in grado di influire a livello di opinione pubblica ed avviare politiche finalizzate alla trasformazione.

Dobbiamo smetterla di ritenerci autosufficienti e di vantarci della propria identità e purezza. A sinistra c’è una miriade di sigle che sono una sparuta minoranza, mentre PD e 5S sono deflagrati. Occorre da subito, con umiltà, avviare un dialogo con tutti questi soggetti politici perché nessuno è sufficiente a sé stesso, mentre è necessario un retro-terra culturale diffuso, condiviso e partecipato.

E’ necessario, quindi, avviare canali di collegamento fra le esperienze, le attività, le iniziative sul terreno della solidarietà, della cooperazione, dell’impegno comune antifascista, antirazzista, antisessista, pacifista, per la costruzione di un soggetto che sia voce nelle istituzioni rappresentative a livello locale e nazionale.

Sinistra Italiana ha pensato di avviare questo processo con tutte le forze democratiche (forse è meglio con tutti coloro) che operano sui territori circostanti il lago di Bracciano.

È un percorso difficile, comunque, vale la pena di provarci.

Mettiamoci al lavoro.

Iniziamo ad incontrarci, non fisicamente per ora, utilizzando i metodi a distanza: torniamo a parlarci donne e uomini, ragazze e ragazzi, giovani e grandi.

Con questo spirito stiamo organizzando, entro fine mese, una iniziativa, aperta, libera, che gestiremo insieme tutti sullo stesso piano: inviateci – su questo profilo facebook – commenti e suggerimenti, e dichiarazioni di adesione all’incontro:

https://www.facebook.com/groups/sinistraitalianadellago

e-mail: sinistraitaliana.lago@gmail.com

Sinistra Italiana – Circolo del Lago

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui