Benvenuto, Welcome, Bienvenue, Bienvenido, Willkommen, Dobrodošli, ようこそいらっしゃいまし, KIAORA !!

79

Da bambino ero attratto dalle montagne innevate, dalle nuvole nel cielo e dalle onde nel mare.

 

Mi piaceva tutto ciò che si muoveva nell’aria e quando mi è capitato di vedere un gabbiano volare senza batter ciglio, ho sognato di poterlo fare anche io.

Seguendo le mie passioni sono diventato Maestro di sci, Istruttore di vela, Guida Mountain Bike, Stand Up Paddler, Surfista, Pilota di parapendio tandem professionale, Pilota di Aliante lavoro nell’industria del Kite e del parapendio faccio parte di una grande famiglia, The Ozone Kite e Paragliding company.

Lavoro nel settore multisport da oltre 25 anni. Hon scelto di vivere in Nuova Zelanda per opportunita’ ed equilibrio con gli elementi, dove sono pilota di parapendio tandem professionale e collaboro nel progetto di Ozone New Zealand per la promozione degli sport di Kite e Parapendio, ma durante la stagione estiva sono in Europa, mi occupo di Ozone Kites per la distribuzione e la promozione ed esploro per mare luoghi a me sconosciuti in barca a vela

Oggi ho un grande desiderio di sorvolare e veleggiare ogni angolo del mondo e ho pensato di darti l’opportunità di conoscere queste esperienze di viaggiando insieme a me anche solo attraverso un racconto, un incontro o i canali social media.

Seguimi e supporta i viaggi diventando membro della Asd Ozone Italia club, Segui il canale you tube ed i social network e scoprirai che ci sono spesso esplorazioni interessanti dan condividere.

Sto preparando due nuove interesanti esploraziomni. Una attraverso gli appennini in parapendio con una tenda da Nord a Sud (Volo Bivacco) Voglio percorrere la rotta migratoria dei Grifoni, interagire con le culture locali e riallacciare le connessioni con le persone ormai stremate dall’isolamento da troppo tempo. Si cammina in montagna si decolla e sivola tutto il giorno fino a riatterrare in una nuova localita’ attrezzare il campeggio, riposarsi mangiare e di nuovo verso Sud lungo la dorsale appenninica. Il Volo Bivacco e’ una disciplina che pratico da anni in Nuova Zelanda in zone remote dove sei costretto ad organizzarti per sopravvivere se atterri in qualche valle sperduta. La Nuova Zelanda per me e’ il posto piu’ bello al mondo che ho visitato e da li che ho imparato ad osservare le cose nella vita con l’atteggiamento Problem Solving (tutto e’ possibile con conoscienza e preparazione) inoltre questa grande nazione ricca di cultura e’ esemplare per la coesione sociale ed il team Working

La seconda esplorazione mi vede impegnatio a tornare in Nuova Zelanda dopo un lungo periodo di stallo in Italia , questa volta in Braca a Vela attraversando due Oceani da Est a Ovest con innumerevoli tappe nelle isole piu’ remote del Oceano Pacifico del Sud. Credo che questo sara’ il mio viaggio di una vita, un modo per rispondere ai miei quesiti e alle mie introspezioni nell’immensita’ del mare.

Ho un progetto per queste nuove avventure e si chiama TheConnectJourney. Un viaggio di connessione e contatto con la natura e con le persone fuori da ogni istitnto competitivo. In Parapendio a Piedi e in Barca con il solo ausilio di Vento e Sole per la produzione di energia. Sto preparando la mia barca da mesi in ogni singolo dettaglio per renderla sicura, veloce ed affidabile. La preparazione e’ parte del viaggio e si incontrano molti ostacoli e problemi da risolvere e non c’e’ cosa piu’ bella che affrontarli e risolverli. Conoscere la Storia dei navigatori solitari, la metereologia Oceanica, Gli Alisei, essere esperto di meccanica e buon velista e’ tutto cio’ che serve accompagnato da una buona libreria. La connessione internet satellitare e’ fondamentale solamente per scaricare file Grib Meteo e mandare qualche mail, I social possono finalmente attendere !

#Nulla mi ispira di più che vedere le persone creare la vita che vogliono, L’importante è che vivi come

THE CONNECT JOURNEY EVIROMENTAL / RISPETTO DELL’AMBIANTE

La Terra è in crisi: ecco come sto cercando di aiutare attraverso il progetto #theconnect
Vogliamo entrare in connessione con tutti gli elementi rispettandone la loro vita, entrando in contatto con la natura nei posti più’ incontaminati ed inesplorati della terra. Sentirsi parte degli elementi richiede un grande sforso fisico e mentale soprattutto perche vogliamo abbattere le barriere del consumo e provare a condividere una esperienza low profile. LESS IS MORE

Navigho solo ed esclusivamente a vela spinto dal vento, utilizzo il motore solamente per esigenze di attracco e spostamenti necessari alla sicurezza della barca e dell’equipaggio.
La vasta gamma di pannelli solari alimenta la maggior parte delle apparecchiature di bordo e pensiamo di installare un generatore eolico

Tutti i prodotti per la pulizia e la cura personale (es. Sapone) sono atossici e biodegradabili Non imbarco bibite in confezioni di plastica ma solo lattine di alluminio riciclabile
Il ed creatore di acqua ad osmosi inversa (desalinatore) crea tutta l’acqua potabile.
Tutte le batterie di bordo sono ricaricabili

La spesa consapevole comprende l’acquisto di prodotti coltivati e raccolti localmente con un uso limitato o nullo di alimenti trasformati o in confezioni di plastica
I materiali sono stampati su carta riciclata post-consumo, merce (magliette, ecc.) Sono realizzati al 100% in cotone organico e coloranti ecologici.

Dedico tempo alla pulizia delle spiagge e dei fondali raccogliendo la plastica e gli oggetti non degradabili.
Pescho solamente per mangiare 
L’oceano è minacciato da inquinamento, pesca eccessiva, riscaldamento globale, innalzamento della temperatura del mare, inquinamento marino, acidificazione dell’oceano, distruzione dell’habitat e specie invasive come le petroliere e questo deve riguardare la nostra responsabilità’ nei confronti di madre natura e del pianeta che ci ospita.

Alcuni fatti che ci riguardano

Corallo
Negli ultimi vent’anni, i coralli biologicamente produttivi in tutto il mondo sono stati distrutti cinque volte più velocemente delle foreste pluviali tropicali. E analogamente alle foreste, le barriere coralline sono la fonte di medicine, sostanze chimiche e altre risorse preziose. Il ritmo della distruzione è raddoppiato negli ultimi dieci anni e alcuni coralli che circondano le Galapagos sono quasi estinti. Più di un quarto delle barriere coralline del mondo sono già state uccise e un altro 50% è minacciato. I Caraibi hanno perso l’80% delle barriere coralline negli ultimi tre decenni. Le barriere coralline ospitano il 25 percento degli animali e delle piante che vivono nell’oceano.

Pesce e plastica
Gli stock ittici potrebbero esaurirsi entro il 2048, rivela un nuovo rapporto della rivista Science. E ci sarà più plastica nell’oceano che nei pesci già nel 2030. Il tonno pinna blu è in pericolo. Oltre il 50% dei frutti di mare del mondo è ora coltivato piuttosto che catturato in natura, che gli esperti avvertono che sta solo aggiungendo a un problema crescente. L’inquinamento nell’oceano non sta solo danneggiando la vita acquatica, sta danneggiando tutti. Scopri di più e scopri cosa puoi fare.

Tartarughe marine
Le tartarughe marine nuotano negli oceani del mondo da prima dei dinosauri, oltre 110 milioni di anni fa. Tuttavia, questi tesori dei tempi antichi sono sull’orlo dell’estinzione. Le abitudini di pascolo delle tartarughe marine aiutano a mantenere i letti di erba marina. Questi letti forniscono terreno di riproduzione e sviluppo per molte specie di pesci, molluschi e crostacei. Un numero minore di tartarughe porta al declino di fondali marini sani e alla perdita di molte altre specie marine.

Squali

Gli squali svolgono un ruolo vitale nel mantenimento della salute degli ecosistemi marini predando i pesci che si nutrono della barriera corallina. Numerosi studi scientifici dimostrano che l’esaurimento degli squali provoca la perdita di pesci e specie di molluschi commercialmente importanti lungo la catena alimentare, comprese le attività di pesca chiave come il tonno che mantengono la salute delle barriere coralline. Eppure la pesca commerciale uccide un centinaio di milioni di squali ogni anno! Sono raccolti intenzionalmente per la zuppa di pinne di squalo. Si stima che circa 50 milioni di squali vengano catturati involontariamente come catture accessorie nella pesca commerciale ogni anno.

Cambiamento climatico
I cambiamenti climatici e il riscaldamento globale non sono più una questione di “sta accadendo?” È una questione di “quanto velocemente?”. Gli scienziati prevedono che il livello globale del mare potrebbe aumentare di oltre un metro e mezzo con la perdita del ghiaccio sugli scaffali in Groenlandia e Antartide, devastando le aree costiere di tutto il mondo. Gli esperti suggeriscono che le estati nell’Oceano Artico potrebbero essere libere dal ghiaccio entro il 2050. Le nazioni dell’isola che abbiamo navigato come Tuvalu, i San Blas e le Maldive potrebbero scomparire!

Cosa possiamo fare?
La migliore scienza disponibile mostra che la perdita del ghiaccio marino artico minaccia e continuerà a minacciare la vita marina e umana. Per salvare l’orso polare, la foca dagli anelli, il narvalo e infine noi stessi, dobbiamo salvare l’Artico arrestando il riscaldamento globale attraverso la riduzione dei livelli di CO2 nell’atmosfera a meno di 350 parti per milione.

Ecco alcune idee per iniziare:

  • Risparmia energia: installa lampadine fluorescenti o LED. Abbassa il termostato e scollega i dispositivi elettronici. Sostenere che la tua comunità adotti fonti di energia sostenibili
  • Guida di meno: cammina, vai in bici o in auto quando puoi. Cerca di espandere il trasporto pubblico per te e la tua comunità
  • Usa meno materiale: “Riduci, riutilizza e ricicla” quando puoi limitare l’uso di plastica, imballaggi e altri materiali
  • Mangia in modo più intelligente (e più sano): acquista sempre cibi locali e sostenibili per te e la tua famiglia
  • Impara … e insegna agli altri: impara tutto ciò che puoi su come possiamo superare i cambiamenti climatici e poi spargi la voce
  • Usa il tuo dollaro: supporta le aziende eco-compatibili e usa il tuo potere d’acquisto per stimolare gli altri a cambiare
Stefano Gigli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui