LAGONE

RIAPRE AL PUBBLICO IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE SUL LAGO DI BRACCIANO

RIAPRE AL PUBBLICO IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE SUL LAGO DI BRACCIANO
Ottobre 29
06:25 2020

Dopo molti lavori di ristrutturazione, il Museo di Vigna di Valle riapre con grandi novità, che anticipano quelle che saranno realizzate per il Centenario AM del 2023. 27 Ottobre 2020

Questa mattina, la cerimonia di apertura ufficiale del Museo di Vigna di Valle. Dal 31 ottobre prossimo, infatti, lo storico Museo dell’Aeronautica Militare sulle sponde del lago di Bracciano tornerà ad essere aperto al pubblico dopo un periodo di lavori di riqualificazione ed adeguamento delle proprie strutture espositive che permetteranno ai visitatori di poter apprezzare al meglio i velivoli ed i cimeli che raccontano la storia del volo militare in Italia e quella degli uomini e delle donne che ne sono stati protagonisti.

A riaprire idealmente le porte del Museo è stato il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, nel corso di una sobria cerimonia tenuta questa mattina a Vigna di Valle, alla presenza delle autorità locali e di una ridotta rappresentanza della Forza Armata.
Sentitissimo il discorso del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare che ha raccontato della storia, della passione e del cuore degli uomini delle Forze Armate e dell’Aeronautica Militare stessa, che ancora di più oggi sono vicini alla popolazione e al territorio.
L’agone, presente alla cerimonia con il Presidente dell’Associazione Giovanni Furgiuele e la Giornalista Federica D’Accolti, ha potuto ammirare inoltre la bellezza dei due nuovi velivoli presentati nell’occasione.
Infatti, la mostra espositiva aeronautica si arricchisce oggi dell’F-16 Fighting Falcon ed il Breguet 1150 Atlantic, due aerei che hanno scritto importanti pagine della storia contemporanea della Forza Armata, rispettivamente nell’ambito della difesa aerea – dove l’F-16 ha assicurato il proprio servizio tra l’uscita del servizio dell’F-104, nel 2004, e l’entrata dell’Eurofighter, nel 2012 – e nell’ambito del pattugliamento aereo antisommergibile, dove l’Atlantic ha invece assicurato la sorveglianza del Mar Mediterraneo nel corso di ben 45 anni di vita operativa, dal 1972 al 2017.

Federica D’accolti

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI OTTOBRE 2020!

Iscriviti alla Newsletter!