Cinema: riapertura dei set, nasce il “Protocollo Cinema-Covid”

237

di Marco Feole

Ormai si sa, inutile ripeterci, il Coronavirus ha colpito tutti i settori. Tra quelli ovviamente che mi stanno più a cuore, c’è quello cinematografico. Il blocco delle produzioni non ha portato solo ingenti perdite economiche, ma anche e soprattutto importanti restrizioni per i lavoratori, senza i quali tutto questo non esisterebbe.

Nasce per questo il “Protocollo Cinema-Covid”, un vero e proprio prontuario pensato per la ripartenza dei set cinematografici in totale sicurezza, appena ovviamente la situazione ne permetterà la partenza.

Regole precise e rigorose da applicare nel primo periodo di ripartenza, come spiegano gli ideatori: “un insieme di regole studiate sulla base delle comuni pratiche da set e pensate per adattarvisi il più possibile.”

Dai test immunologici, all’utilizzo delle mascherine (obbligatorie) al di fuori del set.

Dai materiali per il trucco, al divieto di uso di fog-machine in ambienti chiusi.

Il protocollo è stato promosso in primis da Co-Rent società di noleggio condiviso di attrezzature cinematografiche, e messo a punto in partnership con Genoma films, Subwaylab, macaiafilm, Itacafilm, il consorzio Arca, la piattaforma  Vimove, l’associazione nazionale dei fotografi professionisti, Masbedo e Blueshape.

E’ una “bozza passibile di modifiche e integrazioni”, questa la premessa dei promotori, aperta dunque ai contributi  di chi lavora nel settore. Sulla pagina “protocollocinemacovid.net“, si legge: “Ora tocca a te, questo protocollo  è di tutti. Aiutaci a completare le parti mancanti, scrivici, suggerisci, fai proposte. Migliori saranno le proposte

maggiore possibilità avremo di giovarne tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui