LAGONE

Le bellezze di Oriolo Romano e la sua splendida Faggeta

Le bellezze di Oriolo Romano e la sua splendida Faggeta
Aprile 10
12:32 2020

Bentornati tra le righe della nostra rubrica! In questo mese primaverile ho scelto di guidarvi in una
futura passeggiata verso la deliziosa cittadina di Oriolo Romano, alla scoperta della sua Faggeta.
Faggeta Vetusta Depressa di Monte Raschio
Questo paesaggio naturale per non fortuna non è considerato in pericolo ed ha anzi ricevuto un
importante riconoscimento; la Faggeta di Oriolo è infatti classificata quale Patrimonio dell’Umanità
e per questo è ufficialmente un Bene Protetto dall’UNESCO.
La decisione è stata presa lo scorso 7 luglio 2017 dalla World Heritage Committee, riunita a
Cracovia.
Questo fondamentale traguardo è stato raggiunto grazie al lavoro di squadra attuato dal Comune di
Oriolo, dall’Università della Tuscia, dal Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e dalle
associazioni del territorio, sempre coadiuvati dai cittadini stessi.
Questo affascinante bosco di faggi fa parte del territorio del Parco Naturale Regionale di Bracciano
Martignano e si trova a est di Oriolo, copre una porzione di circa 72 ettari. Nella zona del Fosso di
Fontevitabbio si situa a circa 400 metri sul livello del mare, mentre sul Monte Termine (che si trova
nel territorio del Comune di Bassano Romano.) si erge a ben 591 m.s.l.m.
L’area protetta dall’UNESCO si trova appunto sul Monte Raschio. Qui vivono alberi di 500 anni,
lupi, Rosalie alpine e un coleottero a rischio estinzione.
È possibile passeggiare in questo luogo fuori dal tempo anche grazie ad alcune escursioni
organizzate.
BOX
Legenda
Foresta Vetusta: con questo termine si indica un ecosistema nel quale sono presenti alberi molto
vecchi, talmente antichi che potrebbero trovarsi vicini alla fine del loro naturale ciclo vitale.
UNESCO: associazione che dal 1945 ha come obiettivo quello di difendere la bellezza e
l’importanza artistica, naturalistica e storica del nostro pianeta. Ad oggi sono circa un migliaio i
luoghi nel mondo che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento. Chi detiene il record mondiale?
L’Italia, con circa 55 siti!
Parco Naturale Regionale di Bracciano Martignano: area naturale protetta. L’Ente Parco è
operativo ormai da 20 anni e comprende i territori di Anguillara, Bassano, Bracciano, Campagnano,
Cesano, Manziana, Monterosi, Oriolo, Sutri e Trevignano.
Per questo mese la nostra passeggiata si conclude qui.
Vi aspettiamo per la gita di aprile! Virus permettendo!

Monia Guredda

Share

1 commento

  1. oriolofelix
    oriolofelix Aprile 11, 12:01

    Modificherei l’articolo:
    “Questo fondamentale traguardo è stato raggiunto grazie al lavoro di squadra attuato dall’Università della Tuscia, dal Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, accettato dal Comune di
    Oriolo, supportato dalle
    associazioni del territorio, poco coadiuvati dai cittadini stessi.”

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI SETTEMBRE 2020!

Iscriviti alla Newsletter!

Referendum 2020