Editoriale Giovanni Furgiuele (L’Agone) Cosa dovrà cambiare quando il Covid-19 finirà?

303

Contributo di Giovanni Furgiuele e Claudio Cappabianca (Lagone Nuovo)

Un’analisi puntuale di cosa sta avvenendo nel nostro territorio è stata ampiamente discussa dai sindaci, dai responsabili della ASL4 Dott.ssa C. Matera, La Dirigente Scolastica Istituto Paiolo e I. VIAN Prof.ssa S. Chimienti dall’On. Minnucci e dai responsabili dell’Ente Parco Lorenzetti e Badaloni e il Generale Bruno Riscaldati, nel corso di una video conferenza organizzata dall’Agone. Il filmato verrà trasmesso su youtube…. è pubblicata sul nostro giornale oggi 2 Aprile 2020.

Molte cose dovranno essere riviste alla fine di questa triste pandemia per modificare radicalmente, sia strutture organizzative del paese, sia regole dell’economia  sia abitudini comportamentali.

Strutture organizzative. E’ evidente come la decentralizzazione delle competenze e responsabilità non abbia dato i risultati previsti: ritardi nelle risposte e conflitti tra Stato centrale e Regioni/Comuni hanno impedito anche un processo di parificazione tra Nord e Sud amplificando oltretutto confusione dei regolamenti. Attraverso una pseudo privatizzazione dei servizi essenziali energia-trasporti-sanità-acqua-rifiuti, non si sono riscontrati benefici economici o efficienza per il cittadino. La sanità pubblica, come pure la scuola, è stata sacrificata in funzione del privato, anche con riduzione dei finanziamenti e del personale.

Economia. Se l’economia deve essere esclusivo elemento di visione è chiaro come non importa nulla se gran parte della popolazione mondiale non abbia diritto al benessere di pochi “homo homini lupis”. Parametri afferenti al consumismo, sfruttamento del territorio, ambiente, aumento demografico vanno radicalmente rivisti.

Abitudini comportamentali. L’attuale pandemia ci deve fare riflettere maggiormente sui temi della socialità e di un maggior rispetto del prossimo e delle leggi: basta con l’interpetrazione a proprio beneficio vedi abusivismi di ogni genere, vedi ad esempio il non rispetto dei vari decreti sulla sicurezza emessi in questo periodo. 

L’Agone Nuovo continua il suo operato diffondendo informazioni del territorio con il giornale oltre a essere presente sul web con articoli dedicati.

Auguriamo a tutti: Uniti ce la faremo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui