LAGONE

Alla regione Lazio ed alla Camera, incontri con le istituzioni del Sarawi

Alla regione Lazio ed alla Camera, incontri con le istituzioni del Sarawi
luglio 26
08:32 2018
Il  26 luglio, alla regione Lazio ed alla Camera, ci sono stati due incontri importanti ed emozionanti con le istituzioni del Sarawi, le associazioni che da anni si impegnano a portare avanti il progetto che vede i bambini ospiti nei nostri territori. Non poteva mancare un caposaldo di questo progetto che è Serenella Capparella e le istituzioni dei comuni che ospitano questi piccoli ambasciatori di pace.
Al Consiglio regionale del Lazio importanti le parole che sono state spese dal vicepresidente del Consiglio David Porrello, dal Consigliere regionale Emiliano Minnucci, e dalle varie figure presenti. C’è stato un focus sulla grave situazione della popolazione Sarawi nel territorio in cui vive e sull’importanza di questa sinergia e collaborazione che si é creata con le varie istituzioni italiane che da sempre dimostrano in tutte le maniere possibili cura, ospitalità, generosità. Questi bambini nel loro viaggio nei nostri territori, oltre a poter visitare luoghi, conoscere il mare, i laghi, il verde, la gioia, l’amore e ricevere doni e festeggiamenti, vengono sottoposti a screening medici, cure e quant’altro. Sono state proiettate delle foto e dei video su dei viaggi fatti da dei consiglieri della regione e la protezione civile che hanno mostrato i luoghi da cui provengono questi piccoli angeli, la loro vita, e la grande sofferenza a cui sono pesantemente sottoposti.
Felici di aver potuto essere ancora una volta partecipi del loro arrivo, in attesa di averli qui ad Anguillara Sabazia, ci prepariamo a riceverli auspicando la solidarietà mostrata dalle nostre associazioni e cittadini da sempre per fare vivere loro dei momenti meravigliosi che li accompagnino per tutta la vita rafforzando il  loro benessere, la speranza di unA vita meravigliosa e la loro gioia. Erano presenti anche degli studenti grandi del Sarawi che vivono e studiano in Italia e che dopo essere stati bambini ospiti del nostro paese sono stati “adottati” e fatti studiare diventando parte integrante di questa Italia in cui il sole, il mare e il cuore delle persone hanno lasciato e tracciato in maniera indelebile la loro vita.
Vicesindaco assessore alle Politiche Sociali Sara Gálea.
Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI LUGLIO 2018!

Iscriviti alla Newsletter!