Manziana – Cracovia, unite nel nome della musica

218

 

Nel comune di Maziana è attiva da anni l’apprezzata associazione musicale La Settima Nota. Negli scorsi giorni, grazie all’amore per la musica, si è potuto realizzare uno splendido gemellaggio. Infatti il coro Cantata di Niepolomice è stato gradito ospite della città di Maziana, dove alcune famiglie hanno contribuito all’integrazione e alla conoscenza delle realtà del luogo degli illustri ospiti polacchi.

Ma di chi stiamo parlando? Niepolomice è una cittadina polacca che si trova lungo il fiume Vistola, a 25 km a est di Cracovia, in una zona con grandi colline boschive. A Niepołomice è presente un castello gotico del XIV secolo, fatto erigere da Casimiro III di Polonia.

In questa affascinante cittadina è presente il coro Cantata di Niepolomice, formato da 38 elementi e diretto già da oltre 15 anni dal direttore d’orchestra Maestro Boguslaw Grzybek, il quale è anche organista della basilica di Santa Maria in Cracovia .

Quindi questo importante coro polacco è stato ospite del comune di Manziana dal 30 marzo al 3 aprile, per collaborare con La Settimana Nota in un programma di scambio culturale. Durante questi brevi ma intensi giorni il coro polacco ha avuto modo di familiarizzare con i componenti de La Settima Nota di Manziana, i quali hanno organizzato in maniera impeccabile la loro permanenza nel paese.

Tutti insieme, nella giornata di venerdì 31 marzo, hanno partecipato ad un tour storico culturale in giro per Roma, assistiti da Mariano Binarelli, appassionato di Roma antica, il quale ha illustrato in modo particolareggiato le bellezze della città eterna.

Nella mattinata di sabato 1 aprile il coro di Niepolomice ha ricevuto l’accoglienza ufficiale in Comune da parte del sindaco Bruno Bruni e degli Assessori Loretta Nori ed Eleonora Brini, i quali hanno offerto un dono particolare alla corale polacca: uno splendido vaso in stile etrusco opera del concittadino Ilario Micheli.

Nel tardo pomeriggio del 1 aprile la Santa Messa è stata animata dal Concerto della corale di Niepolomice presso la chiesa S.G. Battista di Manziana. Il coro polacco, accompagnato da un quartetto di archi, si è espresso ad altissimi livelli con canti sacri e canti della loro tradizione, creando un’atmosfera di grande emozione e raccogliendo il favore del numeroso pubblico presente.

Al termine della loro esibizione sono stati eseguiti brani a più cori con la partecipazione del Coro La Settima Nota, i coristi di Carbognano, Bracciano e Vigna di Valle, accompagnati dall’orchestra Il Setticlavio diretti dal M° Massimo Paffi. Tutti insieme hanno eseguito un repertorio vario ed interessante, con musiche di Mozart, di Verdi e dei Beatles.

Domenica 2 aprile la Corale polacca ha avuto l’onore di cantare nella storica Chiesa della Scala Santa in San Giovanni in Laterano animando la Santa Messa della mattina con canti sacri di mirabile bellezza. Al termine hanno potuto visitare la cappella del Sancta Sanctorum dove sono conservate le reliquie più antiche della Roma Cristiana. Irrinunciabile un altro giro per la capitale prima del rientro a Manziana.

La sera del 2 aprile, durante la cena di commiato, si è svolto un sentito scambio di doni tra le due corali; la Settimana Nota ha donato uno splendido quadro del concittadino Virgilio Paoloni alla Cantata di Niepolomice.

Al termine della cena, il Maestro Boguslaw Grzybek ha invitato ufficialmente il Coro La Settima Nota a recarsi a Cracovia il prossimo giugno, per sancire definitivamente il gemellaggio tra le due Corali. L’invito è stato accolto con gioia.

Questo importato progetto è stato reso possibile dall’Amministrazione Comunale, la quale da anni incoraggia e sostiene le attività dell’associazione La Settima Nota, dalla Pro Loco che si è fatta carico della logistica per l’organizzazione del gemellaggio, da Antonella Binarelli e da Iza Slusarska che hanno stretto i contatti ed organizzato le giornate, da tutte le famiglie del Coro che hanno offerto la loro ospitalità e da tutte le famiglie che ruotano intorno a La Settima Nota e che per amicizia hanno aiutato la stessa rendendosi disponibili per ogni necessità. Senza dimenticare le altre associazioni presenti a Manziana ed il commerciale Kesp di Manziana che ha sostenuto il gemellaggio.

L’Agone è sempre lieto di poter rendere partecipi i cittadini delle importanti iniziative culturali che nascono e si sviluppano nel nostro territorio, incoraggiando tutti a sostenerle.

Monia Guredda

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui