Costituito il Comitato “Oriolo per Michele Boccassini”

247

“Dare memoria ai caduti significa apprezzare pienamente la libertà in cui viviamo. Con il ricordo del Sottotenente Michele Boccassini abbiamo voluto celebrare il grande amore per la patria, ma anche il dolore e l’amore di una madre che per anni ha cercato di riavere i resti del suo unico figlio. Ancora oggi la Confraternita di San Giorgio e altre persone di Oriolo si fanno portavoce della signora Carmela presso le istituzioni per poter realizzare questo suo desiderio”.

Queste le parole scritte sulla bacheca online del gruppo “Li Fiji del Pellicano (simbolo di Oriolo: mamma pellicano si squarcia il petto per nutrire col suo sangue i suoi piccoli cuccioli, n.d.r.). Si tratta di membri che si fanno promotori della causa per riportare nel paese le spoglie del soldato, medaglia d’oro al valore militare, Michele Boccassini: l’ultima richiesta della madre, Carmela Gagliardi, deceduta ad Oriolo Romano nell’ottobre del 1980. Unico figlio, la signora Gagliardi avrebbe voluto “dare sepoltura a Michele nella Tomba di famiglia a Oriolo Romano”. Così si legge nello statuto del Comitato “Oriolo Romano per Michele Boccassini M.O.V.M.”, costituito sabato 14 dicembre 2013 alla presenza del sindaco del paese,  Graziella Lombi, e del parroco don Giorgio Pollegioni, del priore e dei confratelli della Confraternita di San Giorgio.

Presidente è stato nominato Lorenzo Corradi, gli altri membri del Consiglio direttivo eletto sono stati individuati nelle persone di Antonio Nicodemi e Salvo Libbi. La carica di tesoriere è spettata a Sonia Zucca. Il Comitato avrà sede in via Claudia ed è aperto ad accogliere chiunque voglia aderire alla causa di cui si fa promotore: “attivare le procedure amministrative e ogni altra utile iniziativa per trasferire la salma di Michele Boccassini – nato a Bologna il 14/10/1917 e morto il 26/08/1942 durante la campagna di Russia, insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare – dal Sacrario Militare di Cargnacco (Udine), dove è attualmente tumulato, al cimitero del Comune di Oriolo Romano (Vt)”.

L’opera di sensibilizzazione passa appunto anche attraverso la pagina Fb di “Li Fiji del Pellicano” a cui chiunque volesse aderire, per portare avanti questo progetto, può lasciare il suo recapito con un messaggio privato. Lo stesso Comitato “Oriolo Romano per Michele Boccassini M.O.V.M.”, avrà vita finché non avrà portato a termine le sue finalità; in caso di fallimento o di previo scioglimento per mancato conseguimento degli obiettivi fissati, “l’eventuale patrimonio residuo sarà devoluto alla parrocchia di San Giorgio Martire di Oriolo Romano al fine di mantenere e custodire la tomba che accoglierà i resti di Boccassini, e non potrà in ogni caso essere ripartito tra i promotori e gli aderenti”. Dunque nulla su cui o di cui sperperare, un fine prettamente umanitario e solidale, da realizzare con ogni mezzo e ad ogni costo, con tanto spirito di sacrifico e forza di volontà.

Barbara Conti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui