Trasporti. Pizzorno: “Nuovo orario FR3 penalizza fortemente i cittadini”

167

Archivio

“Da primo cittadino e a nome della nutrita popolazione dei pendolari di Anguillara e delle loro famiglie, esprimo il disappunto che ho provato venendo a conoscenza del nuovo orario ferroviario stabilito da Trenitalia che ci penalizza fortemente”. Lo afferma in una nota il sindaco di Anguillara, Francesco Pizzorno, dopo l’entrata in vigore dei nuovi orari dei treni per la tratta FR3 Roma-Viterbo.
“L’Amministrazione comunale farà di tutto per tutelare in ogni sede i diritti dei lavoratori, degli studenti e dei cittadini di Anguillara vittime del nuovo assurdo orario delle corse dei treni – prosegue Pizzorno – che invece di essere potenziate sono state ridotte e in molti casi costringono gli utenti a salirvi per poterne scendere solo in pochissime stazioni.
E’ inconcepibile – ad esempio – che la mattina dalle ore 5.57 alle ore 7,24 non vi siano altre corse utili per tutti quei pendolari che debbano scendere alle stazioni situate tra La storta e Valle Aurelia e che dopo le 7,24 la successiva corsa utile sia fissata addirittura alle 9,28. Tale circostanza pregiudicherà gravemente tutti i cittadini ed in particolare tutti i lavoratori, i parenti dei ricoverati e coloro che dovranno accedere agli ambulatori presso gli ospedali S. Filippo Neri e Gemelli, nonché tutti gli studenti frequentanti le scuole in zona Giustiniana e Monte Mario. Stessa e grave ed insostenibile situazione per le corse di ritorno verso Anguillara”.
“Come amministratore e a tutela della cittadinanza che rappresento – conclude Pizzorno – è stata inviata una nota di protesta agli organi competenti chiedendo l’urgente correzione degli orari dei treni e sarà posta in essere ogni azione volta a tutelare gli interessi dei cittadini di Anguillara”.

Fonte/Autore: redazione