Arsenico. Pizzorno: ”Massimo impegno per potabilità acqua”

181

Archivio

“La salvaguardia della salute pubblica rappresenta da sempre una priorità per l’Amministrazione comunale, che sin dall’inizio è intervenuta con proprie ed esclusive risorse per affrontare la questione dell’arsenico presente nell’acqua” dichiara il sindaco di Anguillara, Francesco Pizzorno.
“Nonostante il taglio dei fondi agli enti locali e – malgrado i precisi impegni presi con la cittadinanza – la colpevole mancanza di contributi da parte della Regione Lazio, l’Amministrazione comunale ha promosso una serie di azioni per limitare i disagi relativi alla fruibilità idrica: dalle fontane leggere al rifacimento dei serbatoi del Montano, dai dearsenificatori per le scuole alla messa in opera dell’impianto di Colle Sabazio, fino al reperimento dei fondi e alla gara per i potabilizzatori di Colle Biadaro e Ponton dell’Elce, interventi che speriamo pongano fine ai disagi di gran parte della popolazione della nostra città. Inoltre abbiamo posto in essere tutte le attività volte a portare nella frazione di Ponton dell’Elce l’acqua proveniente dal Peschiera. Ricordo che questa Amministrazione ha dovuto fare tutto con le proprie forze senza che nessuna delle tante promesse della Regione si concretizzasse”.
“Il fervore e la solerzia dell’Udc locale e degli altri rappresentanti dell’opposizione sono lodevoli – aggiunge il sindaco – ma mi sarei aspettano analoga premura e dedizione anche quando molti di loro erano al governo di questo Comune e – per ancora qualche giorno – della Regione Lazio”.
“Abbiamo sempre agito nella completa trasparenza e siamo consapevoli dei disagi subiti dai cittadini e dalle imprese locali: malgrado la notevole carenza di risorse, continueremo a garantire il massimo impegno per fronteggiare il tema dell’arsenico – conclude Pizzorno – con la speranza di ritrovare presto nella Regione Lazio interlocutori seri e affidabili che possano sostenere le amministrazioni comunali in questa annosa sfida”.

Fonte/Autore: redazione