Germania super Portorico, Repubblica Ceca lascia a zero gli USA

Archivio

Pool G (Catania): Puerto Rico-Germany 0-3 (22-25, 22-25, 18-25)
In un PalaCatania festante, animato dai ragazzi delle scuole e da tanti giovani, si comincia con la prima partita della seconda fase.

Portorico soffre i muri del team teutonico, capace però, nonostante il divario fisico, di mostrare ottime cose in ricezione. La Germania non mostra il meglio di sé e soprattutto nel primo set non trova continuità in fase di battuta, permettendo in più di un’occasione a Soto e compagni di restare in partita. La condizione fisica dei portoricani non è delle migliori e questo è sottolineato dalla mancanza di concentrazione in alcuni momenti clou del match e dal fatto che la squadra soffre in difesa e in fase di ricostruzione. Nel primo set regna l’equilibrio con Grozer da una parte e Rivera dall’altra che si rispondono colpo su colpo.

Dal secondo set si risveglia la grinta della nazionale di Cardona e il capitano Soto comincia ad ingranare da seconda linea, siglando a fine match 17 punti . Anche il terzo set comincia come i precedenti, in assoluta parità e con un buon Figueroa in campo, che trascina la squadra in qualche frangente. Troppo poco per superare il muro tedesco e la compattezza di una squadra che sebbene non abbia dato il meglio di sé, riesce comunque a vincere un match importante.

*Pool L (Ancona): Usa-Czech Republic 0-3 (19-25, 22-25, 22-25)*
Convincente vittoria della Repubblica Ceca nel match inaugurale del girone L 0-3 (19-25, 22-25, 22-25). Gli uomini di Mr Svoboda impiegano 82 minuti per piegare la resistenza della Nazionale Statunitense, che solo nel secondo set riesce a costruire un vantaggio significativo (18-15), vanificato dalla rimonta biancorossa condotta a suon di muri e attacchi efficaci. Nella prima e terza frazione il punteggio è sempre condotto dai cechi, che spezzano le iniziali fasi di equilibrio mantenendo costante il livello di gioco, con una difesa attenta ed un servizio che mette sotto pressione la ricezione avversaria. Nel set d’avvio, i cechi staccano dopo il secondo time-out, dilatando il vantaggio fino al 17-22 e chiudendo con una splendida conclusione dalla seconda linea, malgrado il tentativo di Mr Knippe di rimescolare le carte con qualche cambio. Il parziale conclusivo vive sul filo dell’equilibrio fino al secondo time-out (15-16), il muro dei cechi crea un nuovo break (16-20), che Rooney prova a ricucire (21-23), ma è proprio un attacco out dello schiacciatore in maglia numero due a consegnare il 25° punto a Stokr (best scorer con 15 punti) e compagni.

Fonte/Autore: FIVB