Inquinamento Valle del Sacco: Responsabilità individuali non azzerano ruolo e impegno di ARPA Lazio

Archivio

I gravi fatti attribuiti dalla Magistratura ai singoli operatori di ARPA Lazio di Frosinone non debbono svilire l’attività che comunque l’Agenzia nel suo complesso svolge a tutela dell’ambiente.
“Non è l’organo di controllo che non ha rispetto dell’incolumità dei cittadini – chiosa il Commissario Straordinario di ARPA Lazio Corrado Carrubba – bensì singole persone che risponderanno del loro operato. Fortunatamente l’operato di ARPA Lazio è diviso tra vari centri di responsabilità, come nel caso del fiume Sacco, dove i controlli e le analisi sono svolti in gran parte anche dalla Sezione Provinciale ARPA di Roma”.
ARPA Lazio ricorda inoltre che da ormai tre anni è in corso una importante opera di rafforzamento della struttura del frusinate e che da allora il dirigente inquisito e attualmente arrestato, non era più a capo dei servizi analitici; infatti dalla seconda parte del 2007 il laboratorio di Frosinone è stato affidato ad altri dirigenti nominati dall’attuale Direzione Generale.

Fonte/Autore: ARPA Lazio