Incertezza delle misure e certezza del diritto. Venerdì all​’ISPRA di Roma

Archivio

Il seminario dal titolo ”Dati analitici e valori limite. Incertezza delle misure e certezza del diritto” che si svolgerà il 24 settembre p.v., a Roma, presso l​’Auditorium ISPRA in Via Curtatone, 7. Il seminario è organizzato dall​’associazione UN.I.D.E.A., con il patrocinio dell​’ISPRA e in collaborazione con l​’ARPA Lazio, e si dividerà in due sessioni:
– *Sessione mattutina, dalle ore 9,00 alle ore 13,00 con interventi su dati analitici e i valori limite* di Roberto Caracciolo (Direttore Dipartimento Stato dell’ambiente e metrologia ambientale – ISPRA), Gianfranco Pallotti (UN.I.D.E.A), Maria Belli (ISPRA), Paolo De Zorzi (ISPRA), Danilo Argentini (ARPA Lazio), Giuseppe Sartori(ARPA Veneto) e
Serena Santacesaria (PerkinElmer Italia)

– *Sessione pomeridiana, con una tavola rotonda presieduta dal Commissario Carrubba, su incertezza delle misure e certezza del diritto* (ora d​’inizio 14,30) con la partecipazione di Corrado Carrubba (Commissario Straordinario ARPA Lazio), Claudia Terracina (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma), Luca Amendola (ARPA Lazio), Claudio Vesselli (Provincia di Roma), Daniela Maurizi (Libero professionista Roma) e Antonio Truglio (Unione degli industrialie delle imprese di Roma)

La partecipazione del pubblico al seminario è gratuita, previa registrazione presso la segreteria di UNIDEA, all​’indirizzo e-mail: segreteria@unideaweb.it

Con la pubblicazione delle Linee Guida ISPRA 52/2009 – L’analisi di conformità con i valori limite di legge: il ruolo dell’incertezza associata a risultati di misura – curate da ISPRA assieme ad alcune Agenzie ambientali, è stato affrontato un problema che da sempre ha assillato i produttori di misure in laboratorio e in campo, in manuale
e in automatico.
ARPA Veneto e ISPRA hanno organizzato il 14 maggio 2010 a Treviso un workshop di presentazione del tema con il patrocinio di UN.I.D.E.A. che ha riscosso un grande successo da parte del qualificato pubblico presente ed evidenziato un significativo, ampio e trasversale interesse per il problema. Per contribuire alla massima diffusione e affermazione dei principi di correttezza scientifica applicata ai processi di monitoraggio e controllo ambientale (e non solo) contenuti nel documento di ISPRA e dare un seguito all’evento di Treviso, l’Unione ha programmato sul territorio quattro
iniziative.
I seminari, a partecipazione gratuita, patrocinati da ISPRA, sono organizzati congiuntamente con le Agenzie locali e il contributo e la collaborazione di ARPA Veneto.
Dopo quello di Bologna dell’8 settembre, questo di Roma, coorganizzato con ARPA Lazio, è il secondo e si svolgerà presso l’Auditorium ISPRA di via Curtatone con una capienza di 300 posti.

Fonte/Autore: ARPA Lazio