Estinzione anticipata degli swap con minima spesa da parte del Comune di Anguillara

Archivio

“Gli swaps erano un pensiero ricorrente all’attenzione della Giunta e della maggioranza. L’estinzione anticipata dei contratti in essere, con spesa marginale, consentirà maggior serenità per il futuro e permetterà di dedicarci con ancora maggior impegno al risanamento delle casse comunali. Cominceremo con il buon riutilizzo dei fondi accantonati a suo tempo in previsione della cessazione dei contratti, e lo faremo con occhio attento al bilancio comunale e con l’intenzione di non abbandonare la buona pratica iniziata del riassetto economico-finanziario del Comune”.
Commenta così il *Vice Sindaco Stefano Paolessi*, l’estinzione anticipata, da parte del Comune di Anguillara sabazia, dei contratti IRS (Intersest Rate Swap) sottoscritti con le banche nel corso degli anni passati.
“La decisione della chiusura anticipata dei contratti – ha spiegato *l’assessore al Bilancio Mariano Di Carlo* – è stata assunta con la delibera della Giunta Comunale n. 194 del 31.08.2010. Contestualmente, il Comune ha provveduto al pagamento del mark to market ammontante a 56.001 euro. I differenti contratti di swap hanno prodotto nel tempo flussi finanziari positivi per 1.621.943,90 euro a cui sono stati sottratti i 56.001 euro, cosa che ha consentito la chiusura con un saldo positivo di 1.565.942,90. Pertanto – ha continuato l’assessore – i residui passivi rappresentati dagli accantonamenti per l’uscita dal contratto swap, pari a 358.394,73, saranno cancellati in sede di rendiconto di gestione dell’esercizio 2009. Possiamo ritenerci soddisfatti della conclusione dell’operazione finanziaria, dal momento che i riscontri sono risultati positivi e la spesa di uscita tutto sommato minima”, ha concluso Di Carlo.

Fonte/Autore: Comune Anguillara