Nomadi, niente ergastoli del degrado a Osteria Nuova

Archivio

“Non consentiremo la deportazione dei nomadi ad Osteria Nuova perchè l​’ipotesi risponde ad una logica da apartheid e di ergastoli del degrado e
dell​’emarginazione”. A parlare, in una nota, il consigliere provinciale del Pd Paolo Bianchini. ”Osteria Nuova, l​’area in cui si immagina di creare un insediamento, è priva di servizi essenziali e le strutture del municipio che si trovano nelle vicinanze sono insufficienti per le stesse popolazioni residenti. Pretendere di trasferire le persone in mezzo al nulla e poi abbandonarle a se stesse – aggiunge – vuol dire rendere impossibile qualsiasi opportunità di integrarsi attraverso occasioni di lavoro e socializzazione. Sono finte soluzioni che non fermeranno il sorgere di insediamenti abusivi, e provocheranno il perpetuarsi di episodi di economia illegale quando non di vera e propria criminalità. I nomadi che, va detto per onestà, non sono più tali da decenni – sottolinea Bianchini – vanno inseriti in un percorso che li porti ad uscire dai campi, che per quanto attrezzati non possono rappresentare la diserzione delle istituzioni ad affrontare le difficolta​’ di una integrazione indispensabile”.

Fonte/Autore: Bianchini (PD)