Il Trentino si presenta a Miss Italia con due candidate mentre le Marche con tre

Archivio

Il Trentino Alto Adige vede correre per il titolo di Miss Italia due ragazze. La miss che indossa la fascia regionale è Sandra Reider (n°51), 17 anni, di Appiano (BZ). Sguardo dolce e timido, Sandra vorrebbe diventare ostetrica. L’idea le è balenata per la testa mentre lavorava come volontaria in una casa di riposo. «Mi piace aiutare chi ne ha bisogno. Penso che in un ospedale, qualsiasi cosa si faccia, si abbia la possibilità di mettere se stessi al servizio degli altri», spiega.«Lo scorso anno ho partecipato al concorso come mascotte, non avendo ancora l’età giusta per iscrivermi come concorrente», racconta la miss. Sandra è di madrelingua tedesca e se le si chiede perché dovrebbe essere lei la prossima Miss Italia, risponde: «Per dimostrare che anche una ragazza italiana ma di madrelingua tedesca come me può essere una valida rappresentante del mondo femminile del nostro paese!».Accanto a lei, sfila con la fascia di Miss Cinema Trentino Alto Adige Alice Viglioglia (n°56). Alice è figlia d’arte: la madre Patrizia è una ex modella, mentre il padre è ​’Gigi Vigliani’, un imitatore/cantante. Miss Cinema Trentino Alto Adige è un mix di entrambi: fisico da modella, voce da cantante e una personalità in grado di farsi onore sul palcoscenico. Da sempre appassionata al concorso, Alice racconta che, se dovesse esser lei la prossima Miss Italia, scambierebbe la corona solo per il titolo di Miss Cinema, che le permetterebbe di realizzare molti dei suoi sogni.La regione Marche è rappresentata da tre diverse bellezze: Maria Chiara Centorami (n°24) apre il gruppo indossando la fascia regionale, seguita da Elisa Spina (n°16) Miss Deborah Milano Marche e Martina Verdini (n°50) Miss Liabel Marche.Maria Chiara studia Economia alla Sapienza di Roma e si divide tra il Lazio e l’Abruzzo, dove vive la famiglia. A Roma si trova molto bene: «E’ un museo a cielo aperto e un archivio storico di eventi e personaggi». Racconta un episodio comico, legato alla sua elezione con la fascia di Miss Marche: «Per esultare, mia madre si è infortunata e mia nonna non è stata da meno, prendendosi il colpo della strega. Insomma, una tragedia!», dice divertita. Elisa Spina, studentessa liceale, vorrebbe diventare un avvocato e, terminate le scuole superiori, si iscriverà alla facoltà di giurisprudenza. La sua partecipazione a Miss Italia è iniziata quasi per gioco, ma ora Miss Deborah Milano Marche si è appassionata alla competizione. «Dal concorso mi aspetto di imparare qualcosa di nuovo, di riuscire a superare alcune mie paure e limiti, in primis la timidezza», dice.C’è infine Martina Verdini, Miss Liabel Marche (n°50), studentessa in farmacologia e fotomodella. «Ho tre obiettivi nella vita: diventare un’indossatrice professionista, laurearmi, aprire una farmacia e formare una famiglia tutta mia». Giovane ma già con le idee chiare, Martina partecipa a Miss Italia per farsi conoscere: «Se non dovessi vincere la fascia di più bella d’Italia, il mio secondo obiettivo è quello di diventare Miss Eleganza perché il mio sogno più grande è calcare le grandi passerelle di Milano».

Fonte/Autore: Miss Italia