Bracciano

Archivio

E’ nostro obiettivo migliorare l’offerta informativa, nella direzione di un servizio di grande utilità per i Cittadini in termini di informazioni nei vari settori di interesse.
Con questa azione che inizierà dal mese di Settembre, per terminare a Dicembre 2010, riteniamo utile e necessario sostenere la capacità del territorio ad attuare politiche concrete per la salvaguardia del suo bene comune, potendo contare sulla capillarità e continuità della nostra azione, al sistema dei servizi esistenti.

RELAZIONE DELL’INIZIATIVA
L’acqua è il bene più prezioso che abbiamo, è diventata ormai una frase che viene riportata da tutti i media sia di informazione pubblica che da quelli di parte. Tuttavia non sembra che il concetto profondo che sta dietro ad essa sia perfettamente compreso dalla maggior parte dei popoli. I dati si susseguono e per tutti sono significativi quelli delle Nazioni Unite secondo cui l’attuale aumento costante del consumo dell’acqua porterà entro il 2025, quasi 2 miliardi di persone a vivere in nazioni o regioni del mondo dove si registrerà una estrema scarsità idrica. Se fissiamo la quantità minima giornaliera di acqua per persona tra 20 e 50 litri, già attualmente 900 milioni di persone non hanno accesso a tale quantità minima. Occorre quindi invertire l’attuale
tendenza, migliorare l’efficienza con cui l’acqua viene distribuita ed utilizzata, tenendo a mente che essa è si rinnovabile ma esiste un limite superato il quale il ripristino delle riserve idriche non sarà più in grado di compensare il consumo. Esistono al mondo 15 paesi che consumano più del 100 per cento delle risorse idriche rinnovabili.
Dei limiti da non superare, stabiliti per i nove principali processi ambientali dagli scienziati, uno riguarda proprio il consumo globale di acqua dolce. Oltrepassare tali limiti, renderebbe il pianeta inabitabile e sembra che per tre di essi siamo già oltre la soglia consentita. Il valore del consumo umano di acqua dolce in epoca pre-industriale era di 415 chilometri cubi per anno, quello attuale di 2600, il valore limite è stato stabilito per 4000 chilometri cubi per anno, ci stiamo avvicinando
pericolosamente alla soglia da non valicare.
Se attualmente siamo in presenza di migrazioni sempre più consistenti e difficilmente
controllabili, di individui alla ricerca di paesi diversi da quelli di origine in cui poter vivere e lavorare in modo dignitoso, è difficile immaginare cosa possa avvenire sotto la spinta della mancanza di un bene primario come quello dell’acqua. Paradossalmente, sono proprio i paesi che attualmente non hanno problemi di riserve idriche, come per esempio l’Italia, ad avere il dovere di porre in essere tutte le azioni possibili per evitare che in un futuro non molto lontano si mettano
in moto spostamenti di popoli verso regioni che dispongono del bene, è utile ribadirlo, più prezioso.
E’ pertanto fondamentale sviluppare sia da parte degli amministratori che dei cittadini la consapevolezza sull’importanza delle risorse idriche al fine di adottare dei comportamenti virtuosi che rendano sostenibile lo sfruttamento dell’acqua nel suo ciclo globale.
La sensibilizzazione e la partecipazione dei cittadini a questo problema di scottante attualità, vedi il dibattito sulla questione della “privatizzazione“ dell’acqua, risulta ancor più significativa in un territorio, come quello sabatino, connotato naturalmente da una grande ricchezza d’acqua (Lago di Bracciano, Lago di Martignano, fonte Claudia……, il XVIII, XIX e XX Municipio di Roma.

SCOPI E FINALITA’ DELL’INIZIATIVA
Al fine di contestualizzare la tematica del progetto si prevede di organizzare una serie di eventi congiunti che valorizzino l’elemento acqua tipico del comprensorio sabatino e sul XVIII, XIX e XX Municipio di Roma: il lago di Bracciano. La loro finalità sarà quella di coniugare la promozione del benessere alla persona attraverso gli sport acquatici con un momento di riflessione sugli aspetti positivi e critici dell’acqua.
Il primo, di carattere formativo e sportivo amatoriale prevede lo svolgimento di una regata velica aperta a grandi e piccoli amatori di questo sport. La regata sarà promossa con il supporto del circolo velico “Planet Sail“ di Bracciano insignito del primo premio della Federazione Italiana Vela, sezione del Lazio (IV zona), per il maggior numero di tesserati a livello giovanile e che occupa la quinta posizione in Italia.
Il secondo appuntamento si svolgerà sulla motonave Sabazia II e replicato in altra forma nel XVIII° Municipio di Roma, con la proiezione di un filmato-documentario sul tema dell’acqua a cui seguirà, durante la navigazione, un dibattito sugli aspetti sensibili ed attuali legati al suo utilizzo consapevole ed alle peculiarità della qualità delle acque nel comprensorio Sabatino. A compendio delle iniziative svolte, verranno pubblicati sul giornale “L’agone. Il giornale del lago“ gli atti relativi
alle iniziative svolte che successivamente saranno divulgati come contributo alla sensibilizzazione del comportamento consapevole sull’uso dell’acqua.

INVITIAMO PERTANTO GIA’ DA ADESSO TUTTI I CITTADINI, AMMINISTRATORI E OPERATORI A CONFRONTARSI CON NOI, AL FINE DI FAR CRESCERE L’INTERESSE E LA PARTECIPAZIONE A TALE INIZIATIVA.

Fonte/Autore: Lagone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui