Al via al Castello Piccolomini lo spettacolo del regista Agostino de Angelis “Incontro con Dante nei Castelli”

Archivio

Si conclude il percorso nazionale dello spettacolo teatrale “Incontro con Dante nei Castelli” il 21 ore 17:00 e il 22 agosto ore 21:00, al Castello Piccolomini di Celano (Aq), splendido maniero dominante la Piana del Fucino, nel territorio della Marsica. Il percorso ha visto come prima tappa il Castello Ursino di Catania, poi in Puglia il Castello- Masseria di Gelsorizzo di Acquarica del Capo(Le); lo spettacolo “Incontro con Dante nei Castelli”, brillante ideazione dell’attore regista Agostino De Angelis, ci condurrà in uno spettacolare viaggio tra Inferno, Purgatorio e Paradiso alla ricerca dell’Amore in una location d​’eccezione per un effetto scenografico senza pari. L’opera più famosa della letteratura italiana, composta da Dante durante il suo esilio da Firenze, sua città natale, grazie alla metafora del viaggio, vuole rappresentare il percorso che l’uomo deve seguire per liberarsi delle passioni terrene e arrivare alle libertà morali e alla verità. Un itinerario di fede che dalla sfera dell’istinto e dell’ignoranza procederà verso quella della coscienza e della salvezza. Nel corso della sua peregrinazione soprannaturale, dopo aver assistito alle processioni mistiche delle anime e a fantasmagoriche metamorfosi, Dante incontrerà Beatrice, mentre Virgilio lentamente si allontanerà. Con Beatrice l’Alighieri proseguirà il suo cammino di ascensione in Paradiso, descritto secondo le teorie filosofiche di Aristotele e di Tolomeo, dove giungerà al cospetto di Dio accompagnato da San Bernardo, che da lì in poi sarà la sua guida. L’opera si chiude con il raggiungimento del sapere filosofico attraverso la verità di Dio, l’elevazione dell’amore al rango di principio supremo del bene e del male. A fare da sfondo alla recitazione, che si snoderà per tutto il perimetro esterno del castello, le sonorità di musica curata da Massimo Bacci e Elisabetta Tedeschi e movimenti coreografici curati da Stornelli Pasquina, sapientemente diretti dal maestro De Angelis che in scena invece vestirà i panni del poeta fiorentino e del Conte Ugolino, grazie a quel gioco dei ruoli che solo il teatro consente. Lo spettacolo “Incontro con Dante nei Castelli” si inserisce nella volontà del suo ideatore in un programma di valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale della nostra penisola attraverso un perfetto connubio tra bellezze artistiche e naturalistiche, letteratura e teatro. “Il mio progetto – afferma lo stesso De Angelis – che ho chiamato “Teatro tra arte e immaginazione”, nasce da una continua ricerca nei luoghi della storia e della memoria il cui scopo è coniugare costantemente il teatro nella sua forma più autentica”. Lo spettacolo si è potuto realizzare grazie alla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per l’Abruzzo nella persona della dott.ssa Lucia Arbace e della responsabile del Castello dott.ssa Rita Mancini e del geom. Tonino Di Genova, al consigliere delegato alla Cultura del Comune di Celano nella persona del dott. Carmine Torrelli e del Sindaco Sen. Filippo Piccone. L’organizzazione dell’evento è stata curata dall’associazione culturale EXTRAMOENIA e dalla responsabile dott.ssa Desirée Arlotta, in collaborazione con l’associazione ArchèoTheatron, con il patrocinio del Comune di Cerveteri (Roma), dell’associazione “Maria Pia e Sforza Ruspoli”, rivista Archeologia Viva, Rassegna Internazionale del cinema archeologico (direttore Dario Di Blasi) e dell’associazione culturale “Cento Giovani Abruzzo”.

Fonte/Autore: Agostino De Angelis