Lottatore russo muore ai campionati del mondo di sauna

Archivio

Sabato 7 agosto ad Heinola in Finlandia si sono disputati i campionati del mondo di sauna.
Un migliaio di spettatori hanno assistito ad una gara tra 130 concorrenti provenienti da 15 paesi differenti. Questa gara si svolge ogni anno dal 1999 e nella categoria maschile ha sempre visto la vittoria di un finlandese, mentre nella categoria femminile hanno vinto sette titoli la Finlandia, 3 la Bulgaria e uno la Russia. Quest’anno dopo le diverse selezioni si ritrovavano in finale il sessantenne russo Vladimir Ladyzhenskiy, un lottatore dilettante, e il campione uscente il quarantenne Timo Kaukonen. Questa competizione si svolge nella patria della sauna, in quanto in Finlandia ci sono circa 1,6 milioni di saune per 5 milioni di persone, quindi una ogni tre persone. Generalmente la temperatura a cui vengono fatte oscilla dai 158 ai 176 gradi Celsius. Ogni anno muoiono circa 100 finlandesi nelle saune ma tra le cause sono il 25% è da imputare direttamente al calore mentre le altre dipendono da problemi cardiaci.
Gli organizzatori hanno sostenuto di aver seguito tutte le regole per tutelare i concorrenti, quindi la morte del russo Vladimir li ha colti di sorpresa e dai controlli effettuati durante i sei minuti della finale quello che sembrava stare peggio era il finlandese campione del mondo che aveva rifiutato di lasciare la gara. Testimoni sostengono di aver visto uscire i due che sanguinavano da quelle che sembravano gravi ustioni. Dai video non si vede molto in quanto gli organizzatori hanno prestato soccorso coprendo la scena agli spettatori presenti. L’organizzazione ha detto che probabilmente non ci sarà più una gara di questo genere

Fonte/Autore: Lagone