MADE IN TARQUINIA”, UN CIRCUITO PER VALORIZZARE I PRODOTTI LOCALI

Archivio

Venticinque ristoranti hanno dato vita al circuito “Made in Tarquinia”. Nato da un’idea dell’Università Agraria di Tarquinia, segna un enorme passo in avanti nella salvaguardia e nella promozione delle produzioni e delle tradizioni della cittadina tirrenica. Il brand raccoglie e identifica le tipicità tarquiniesi, proponendole al pubblico in diversi modi. In occasione del “DiVino Etrusco” edizione 2010, la manifestazione che dal 30 luglio al 1° agosto animerà il centro storico con un percorso enogastronomico costellato di appuntamenti musicali, culturali e di vario genere, “Made in Tarquinia” diventa un circuito composto da alcuni dei migliori ristoranti della città. Durante tutto il periodo della manifestazione, i ristoranti associati proporranno menù realizzati con prodotti tipici del territorio abbinati ai vini che sarà possibile acquistare e degustare nel percorso del “DiVino Etrusco”, dedicato ai vini della storica dodecapoli etrusca. “Made in Tarquinia” farà da cornice ad alcune delle manifestazioni più importanti della città per avvicinare il turista, e non solo, ai sapori e alle tipicità locali.

“In occasione del DiVino Etrusco – afferma Alessandro Antonelli, presidente dell’Università Agraria di Tarquinia – l’intera comunità tarquiniese riscopre sé stessa e valorizza il proprio centro storico, puntando sull’enogastronomia. Un viaggio nel gusto che coinvolge produttori appassionati e artisti del palato, un modo vincente di porsi nei confronti del turismo che guarda alla qualità della proposta e alla sicurezza di alimenti sani e genuini. Questa del 2010 è un’edizione davvero speciale del DiVino Etrusco, abbiamo voglia di far crescere ancora un evento che, da pura scommessa, è diventato la manifestazione più importante di Tarquinia”.

Questi gli esercizi aderenti al circuito “Made in Tarquinia”: All’Olivo, Ambaradam, Arcadia, Bagaglia, Brezza Marina, Chalet del Pescatore, Da Prassede, Gradinoro, Happy Days, Il Cavatappi, Il Galeone, Il Mandoleto, Il Tirreno, La Cantinetta, La Grancevola, Le Due Orfanelle, Nonna Pina, Podere Giulio, Fattoria Poggio Nebbia, Re Tarquinio, San Marco, Scacciapensieri, Summer-Fire, Velca Mare, Why Not Restaurant.

Per tutte le informazioni su DiVino Etrusco è possibile visitare il sito ufficiale della manifestazione: www.divinoetrusco.it .

Fonte/Autore: tuscia media comunicazione