Argento con Longo ai campionati europei di triathlon

Archivio

L’Italia torna con una splendida medaglia d’argento dai campionai europei di triathlon lungo si Vitoria (Spagna). La squadra azzurra, composta dalla coppia del Forhans Team Vajente – Pedraza e completata da Mazzetta (Peperoncino team) e Quintavalle (Fiamme oro) ha corso da protagonista mantenendo tutti i propri atleti sempre nel gruppo dei migliori. Alla fine Vajente e Pedraza hanno chiuso in 17a e 18a posizione. “Dopo l’argento conquistato agli europei di duathlon da Alice Capone – ha commentato un soddisfattissimo Calfapietra, presidente del Forhans Team – arriva un altro grande risultato per il nostro team. Il fatto, poi, che a raggiungerlo siano nostri atleti con la maglia azzurra ci riempie ancor più d’orgoglio”.

*TRIATHLON DI BARBERINO DEL MUGELLO DINA BRAGUTI VINCE CON UNA GARA IN SOLITARIA*

Neanche il tempo di festeggiare l’argento di Vajente e Pedraza che arriva l’ennesima vittoria del Forhans Team: Domenica 27 , Dina Braguti si impone nell​’Olimpico di Barberino del Mugello facendo una gara in solitaria: uscita seconda dall​’acqua con un distacco di 1​’30”, ha in breve tempo ripreso la prima per poi farsi tutta la bici e la corsa in solitaria.

Il percorso bici piuttosto duro, con la salita del passo della Futa da percorrere, ha messo in luce le ottime doti di pedalatrice di Dina che in T2 è arrivata con circa 6​’ di vantaggio. Nella frazione di corsa le è bastato amministrare il vantaggio: alla fine saraà di 3​’30” il distacco sulla seconda.

Alla stessa gara ha partecipato anche Mauro Pera: autore di una frazione straordinaria in acqua (è uscito primo assoluto), in bici ha sofferto un po’. Chiuderà 6°, dimostrando anche lui di essere pronto per salire sul podio.

*SIMONCINI CHIUDE 17° L’IRONMAN DI NIZZA*

Sempre domenica, a Nizza, Leonardo Simoncini si è piazzato 17° assoluto sulla distanza Ironman!

Un grandissimo risultato se si considera che Nizza è una della gare più dure del circuito.

La prestazione è ancor più meritevole se si pensas che l’atleta del Forhans Team ha dovuto percorrere i 3400 metri di nuoto senza occhialini avendoli persi a causa di un colpo ricevuto.

Fonte/Autore: Forhans