Minnucci:”Dal Comune lasciato al degrado il nuovo parco giochi”

Archivio

”Erbacce alte anche un metro e mezzo, siepe ingiallita perchè lasciata senz​’acqua, aiuole abbandonate a se stesse e una struttura in legno con problemi di stabilità che, invece di essere riparata, viene “segnalata” come pericolosa attraverso un foglio sbiadito e un po’ di nastro colorato. Sono le condizioni in cui versa il Parco Giochi per bambini di via Duca degli Abruzzi ad Anguillara, realizzato dalla Provincia di Roma e inaugurato soltanto pochi mesi fa. Il Comune lo ha però lasciato in stato di incuria e abbandono”. La denuncia arriva dal consigliere provinciale del Pd Emiliano Minnucci che continua: ”Negli ultimi giorni ho raccolto, soprattutto da parte di genitori con bimbi piccoli, decine di segnalazioni relative allo stato di degrado in cui versa il

Parco Giochi, da me fortemente sostenuto e realizzato dall​’ente provinciale per poi essere affidato al Comune. La struttura è molto frequentata e risponde alla forte e sentita esigenza di consentire ai bambini di poter usufruire di uno spazio verde attrezzato in cui poter giocare liberi e in sicurezza.La carenza di manutenzione da parte del Comune, – continua Minnucci – rischia invece di trasformare questo giardino in un monumento al degrado, scoraggiando le famiglie che vorrebbero continuare ad utilizzarlo. Possibile – chiede Minnucci – che il Comune non possa garantire la giusta cura ed attenzione ad uno spazio tanto importante? Non stiamo parlando di ettari ed ettari di prato, ma di un’area di che potrebbe tranquillamente essere inserita tra quelle di cui si occupa la cooperativa sociale che cura il verde pubblico. Inoltre – prosegue Minnucci – per la gestione delle aree verdi attrezzate, si potrebbe“copiare” quello che in altri Comuni ha già funzionato. Nella vicina Trevignano, ad esempio, la manutenzione e la custodia del Parco giochi comunale sono affidate ad un privato che, in cambio, ha avuto la possibilità di realizzare all’interno un piccolo chiosco-bar. L​’esperimento si potrebbe replicare anche ad Anguillara. In tal modo – conclude Minnucci – il Comune non avrebbe costi di manutenzione, i cittadini troverebbero sempre un ambiente curato ed accogliente e, cosa da non sottovalutare in tempo di crisi economica, si creerebbe qualche nuova occasione di lavoro”.

Fonte/Autore: Minnucci (PD)