Bilancio di previsione 2010 molto negativo, con TARSU invariata

    Archivio

    L’esame del Bilancio di Previsione 2010- commenta il portavoce UDC Antonio FLENGHI -lascia perplessi e basiti,fatta eccezione dell’introduzione del quozien-
    te familiare da noi promosso con la mozione del 01 Febbraio 2010 e per la cui adozione ringraziamo la sensibilità e la coerenza del Sindaco PIZZIGALLO.
    Nel merito,lo schema di bilancio,adottato con D.G.132/2010 risalente allo scorso
    27 Maggio,non contiene un solo elemento annunciato e auspicato in questi mesi
    dall’Amministrazione di coalizione della destra :
    Le aliquote della Tarsu risultano invariate e pari a quelle introdotte dal Commis-
    sario Prefettizio,nonostante le dichiarazioni di decrementarle del 20%,mentre per
    quanto concerne l’acqua (il cui consumo su buona parte del territorio risulta sog-
    getto a deroga e sconsigliato sia ai bambini minori di 14 anni e sia alle donne in
    stato di gravidanza),le tariffe con la suddivisione in cinque fasce, subiranno un sensibile incremento.
    In questo contesto per nulla roseo – continua il portavoce Flenghi – il nostro Capo
    gruppo Sergio MANCIURIA ha presentato un emendamento (prot.14384 ) per favorire le attività ricreative promosse dalle Parrocchie di Anguillara basandosi
    sulla riduzione proporzionale delle indennità di carica .
    Auspichiamo la convergenza di tutte le forze politiche e i consiglieri comunali che culturalmente siano piu’sensibili ai valori della Comunità Cattolica impegnata sul
    territorio,così come avvenuto per la mozione consiliare sul Santo Crocefisso.
    Confidiamo sull’abbandono della politica propagandistica della destra che nel
    bilancio di previsione 2010,dapprima prevede l’adeguamento delle indennità di
    carica(che comprese le varie ammontano ad € 71.000/00 circa)e successivamente
    con D.G. 133/2010 dichiara di rinunciare con un atto strumentale e di mero indi-
    rizzo,se non emendato,come prevede il regolamento di contabilità.
    La ratifica di tale esercizio finanziario seppur comprensibile in questo momento
    oggettivo di crisi -conclude il portavoce UDC- è la dimostrazione del fallimento
    delle politiche ambientali affrontate in quest’anno di governo che,se svolte in linea
    con gli annunci promessi, avrebbero potuto comportare risparmi alle tasche dei concittadini e rappresentare uno spiraglio di ottimismo.
    Con grande rammarico,il nostro giudizio complessivo su questo bilancio è da considerarsi negativo in quanto non garantisce una politica di sostegno e di rilancio alle famiglie e alle attività della nostra città.

    Fonte/Autore: UDC Anguillara