La Gasperini ritiene ”Gravi i tagli alla scuola e chiede un incontro all​’ Assessore per trovare una soluzione”

    Archivio

    “Esprimo forte preoccupazione in merito agli annunciati tagli degli organici per le scuole della nostra Provincia ed in particolar modo di Anguillara Sabazia, evidenziati dalla circolare attuativa della manovra finanziaria triennale del Governo”.
    È quanto dichiara il capogruppo del gruppo confederato Volta Pagina – Alleanza per l​’Italia, Daniela Gasperini, riguardo la decisione assunta dal Governo centrale di tagliare alcune importanti strutture scolastiche e gli interi indotti connessi, considerati “sprechi” dal ministro per l’economia in accordo con il ministro per l’istruzione.
    “Questa manovra ha di fatto – aggiunge – penalizzato oltre modo il nostro territorio. È impensabile risolvere il tanto agognato problema del sovraffollamento delle classi, riducendo le sezioni delle sedi distaccate, negando la creazione di altre due sezioni per la scuola materna e cancellando il tempo pieno in diverse classi delle elementari e medie, solo perché si ritiene superfluo l’insegnamento in tali classi”.
    “Credo fortemente – prosegue – che la scuola rappresenti le fondamenta di qualunque civiltà ed è per questo che tagliare i servizi scolastici significa diminuire le possibilità di futuro del nostro Paese, ancor di più nelle piccole comunità dove il danno sarebbe certamente maggiore, significherebbe ridurre concretamente anche la possibilità di viverci”.
    “I Piccoli Comuni e i relativi plessi scolastici, costituiscono – ricorda Gasperini – l’ossatura del nostro Paese, uno scrigno di tradizione ed innovazione una realtà che tutti sempre si affannano a dire essere una grande ricchezza e della quale poi ci si scorda quando si compiono le scelte politiche”.
    “Ed è per questo che – conclude l’esponente provinciale dell’Api – mi farò promotore di un incontro con l’assessore regionale all’istruzione, per cercare di frenare i danni di questa manovra, che ancora una volta penalizza i redditi più bassi, a favore di quelli alti e altissimi, che hanno i mezzi per rivolgersi alle strutture private oppure posso fare ricorso alle baby sitters”.

    Fonte/Autore: Gasperini