Elezioni Regionali Lazio: In 35 anni l​’affluenza degli elettori è calata del 20%

    150

    Archivio

    Elezioni Regionali Lazio: In 35 anni l​’affluenza degli elettori è calata del 20%

    Il prossimo 28 e 29 marzo gli elettori della nostra regione saranno chiamati per la nona volta, da quando è stata istituita la Regione, ad esprimere il loro voto per eleggere il Consiglio. Ricordiamo che le Regioni Italiane nascono come istituzione nel 1948, con la Costituzione, in quanto prima erano solo una entità territoriale. Dopo 22 anni dalla entrata in vigore della Costituzione vengono istituite formalmente, nel 1970. Da quell​’anno si sono svolte 9 tornate elettorali a cadenza quinquennale. Nel tempo gli elettori hanno partecipato sempre meno alla scelta dei loro rappresentanti. Alle prime elezioni Regionali nel Lazio andarono a votare circa il 92% dell​’elettorato con percentuali bulgare nella provincia di Viterbo (96%). I flussi di affluenza hanno seguito un ciclo decennale con percentuali intorno al 92% negli anni 70, che sono diminuite all​’ 89% negli anni 80 e intorno all​’83% negli anni 90.

    Il primo taglio netto dell​’affluenza si è avuto dal 2000 con una riduzione di circa il 10% portando le affluenza a poco più del 70%. Ricordiamo che il nuovo sistema elettorale, con il premio di maggioranza alla coalizione vincitrice, viene inaugurato nel 1995 con la sfida tra Badaloni (Centro Sinistra) e Michelini (Centro Destra). Con questo nuovo sistema si è assistito ad una crescente personalizzazione della politica con l​’attribuzione di ampi poteri al Governatore vincitore del confronto.

    Si consideri che nelle elezioni dei prossimi giorni la Governatrice che vince si assicurerà la governabilità grazie al bonus di un 20% corrispondente ai 14 seggi riservati al famoso listino.

    Ritornando ai dati dell​’affluenza si nota come la tendenza alla diminuzione sia comune a tutte le Province della regione Lazio anche se con pesi differenti. La Provincia di Roma, quella di maggior peso elettorale, ha seguito il medesimo andamento Regionale, mentre le Province di Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone hanno accusato il calo maggiore proprio con l​’entrata in vigore della nuova legge con riduzioni di circa il 4% nel 1995 e un ulteriore calo di circa l​’8% nel 2000.

    Questo è spiegabile con il venir meno dei vecchi partiti di massa che (Partito Comunista, Democrazia Cristiana) erano presenti alle elezioni del 1990 ma sono spariti nei cinque anni successivi.

    Alle prossime elezioni probabilmente assisteremo ad un ulteriore calo fisiologico dell​’affluenza dovuto alla disaffezione degli elettori verso un mondo della politica che li rappresenta sempre meno perchè lontano dalle reali esigenze quotidiane dei cittadini.

    Tabella: Andamento dell​’affluenza regionale e Provinciale dal 1970 al 2005

    Data elezione Frosinone Latina Rieti Roma Viterbo Regione Lazio
    03/04/2005 72,50% 73,50% 76,11% 72,09% 79,09% 72,80%
    16/04/2000 71,35% 72,73% 74,62% 70,67% 80,46% 71,58%
    23/04/1995 79,52% 81,26% 87,17% 80,69% 88,49% 81,23%
    06/05/1990 84,38% 87,33% 91,37% 81,63% 92,21% 83,24%
    12/05/1985 84,78% 88,30% 93,25% 89,13% 94,37% 89,03%
    08/06/1980 84,16% 87,76% 93,07% 89,23% 94,58% 89,01%
    15/06/1975 89,02% 91,81% 94,74% 92,10% 95,99% 92,08%
    07/06/1970 86,42% 90,43% 94,05% 92,03% 96,05% 91,67%

    Fonte Ministero Interno

    Fonte/Autore: Articolo Roberto Daffinà